Se non riesci a visualizzare correttamente questa newsletter clicca qui.

N. 421 - 18 gennaio 2021

“Parco a 360 gradi”: 12 mesi di servizio civile al Parco fluviale

Un anno di servizio al Parco fluviale Gesso e Stura, per sperimentare in concreto il dietro le quinte della gestione e la promozione del patrimonio ambientale e naturalistico del Parco. È la possibilità offerta a coloro che faranno il Servizio Civile Universale al Parco, partecipando al progetto “Parco a 360 gradi”, 12 mesi di esperienza immersi nella natura.
È stato pubblicato lunedì 21 dicembre dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Universale il bando per la selezione di volontari tra i 18 e i 28 anni da impiegare in progetti di Servizio Civile Universale. La scadenza per la presentazione delle domande è fissata per le ore 14 di lunedì 15 febbraio 2021.

A livello nazionale verranno selezionati 46.891 operatori volontari da impiegare in 2.814 progetti in Italia e all’Estero e nei territori delle regioni interessate dal PON-IOG “Garanzia Giovani” (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Lazio, Piemonte, Puglia, Sardegna e Sicilia) relativi a 601 programmi. Per la Provincia di Cuneo sono stati finanziati 33 progetti, per un totale di 181 posti disponibili (https://www.provincia.cuneo.gov.it/node/46078).

Il Servizio Civile, rivolto a ragazzi/e tra i 18 e i 28 anni, rappresenta un’opportunità di crescita personale e professionale, oltre che una buona carta di accesso al mondo del lavoro e un’occasione per ottenere crediti formativi spendibili nel percorso universitario. Chi sceglie di impegnarsi per 12 mesi nel Servizio Civile Universale sceglie di aggiungere un'esperienza qualificante al proprio bagaglio di conoscenze, utile per il proprio percorso professionale e lavorativo, assicurandosi allo stesso tempo una sia pur minima autonomia economica. I ragazzi avranno infatti diritto a un rimborso mensile di 439,50€, ad alcuni permessi retribuiti per esigenze personali o di studio, al buono pasto e all’assistenza sanitaria per malattia o infortunio. Il servizio durerà 12 mesi ed avrà un monte ore complessivo di 1.145 ore, per una media di 25 ore settimanali.

Saranno 4 i ragazzi che verranno selezionati per il progetto “Parco a 360 gradi” e che contribuiranno concretamente, con le loro attività quotidiane, a migliorare la fruizione del patrimonio ambientale e naturalistico del Parco. Nello specifico i volontari lavoreranno su tre diverse aree d’ambito: la prima inerente al potenziamento e ad una maggior diversificazione dei servizi ai visitatori, con particolare riferimento alla mobilità attiva, al cicloturismo e alla multisensorialità, sfruttando il nuovo spazio multisensoriale f’Orma, realizzato nella zona della Casa del Fiume, e tutti i servizi offerti dal Parco in fatto di mobilità sostenibile. I volontari saranno poi impegnati a coadiuvare il personale del Parco nelle attività di promozione e comunicazione, specialmente operando sui nuovi media e sui social, con l’obiettivo di raggiungere le fasce d’età 18-25. Infine il campo della ricerca scientifica, insieme al supporto alle attività di educazione ambientale del Parco, sarà la terza tematica su cui lavoreranno i ragazzi selezionati.

Come già lo scorso anno, le domande potranno essere presentate esclusivamente attraverso la piattaforma Domanda on Line - DOL (https://domandaonline.serviziocivile.it/) raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone. Per accedere ai servizi di compilazione e presentazione domanda su tale piattaforma occorre essere riconosciuto dal sistema, riconoscimento che può avvenire in due modalità:
- i cittadini italiani residenti in Italia o all’estero e i cittadini di Paesi extra Unione Europea regolarmente soggiornanti in Italia possono accedervi esclusivamente con SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale.
- i cittadini appartenenti a un Paese dell’Unione Europea diverso dall’Italia o a Svizzera, Islanda, Norvegia e Liechtenstein, che ancora non possono disporre dello SPID, e i cittadini di Paesi extra Unione Europea in attesa di rilascio di permesso di soggiorno, possono accedere ai servizi della piattaforma DOL previa richiesta di apposite credenziali al Dipartimento, secondo una procedura disponibile sulla home page della piattaforma stessa. Sul sito del Ministero è consultabile e scaricabile in pdf la guida aggiornata per la presentazione e la compilazione della domanda online sulla piattaforma DOL (https://scelgoilserviziocivile.gov.it/media/1147/nuovaguida_dol_bando2020.pdf).

Scarica qui il progetto integrale

Scarica qui la scheda sintetica


Gira questa e-mail per estendere l'invito ai tuoi amici e per far conoscere il Parco
Aiuta a risparmiare carta - è proprio necessario stampare questa e-mail?

Per disiscriverti dalla Newsletter clicca qui.